FAQ

Come avviene il test? E’ invasivo?

Si tratta di un semplice sfregamento di un tampone tipo cotton fioc contro la mucosa del palato. Nessuna invalidità, nessun dolore, può effettuarlo anche un neonato.

Cosa devo portare il giorno degli esami?

Nulla. Devo solo evitare di avere fumato o preso un caffè nei 30 minuti precedenti l’esecuzione del test. Come da istruzioni a suo tempo fornite.

Devo fare una preparazione specifica in vista del test?

Nulla. Devo solo evitare di avere fumato o preso un caffè nei 30 minuti precedenti l’esecuzione del test. Come da istruzioni a suo tempo fornite.

Che cosa è la genomica?

Il DNA altro non è che il depositario di tutte quelle informazioni che fanno funzionare il nostro organismo. Nel DNA e, quindi, nel genoma, sono contenute tutte le informazioni che permettono al nostro organismo di vivere, pensare, muoversi ed agire. Non solo. Vi sono contenute, anche, tutte le informazioni che contribuiscono a creare la qualità delle nostre performance, sia psichiche che fisiche. In pratica l’informazione contenuta nel DNA altro non è che quella che siamo abituati a chiamare la nostra costituzione. Da sempre, siamo abituati a dire “di sana e robusta costituzione” piuttosto che “di costituzione gracile”. Questa costituzione, oggi, noi la possiamo conoscere ed una volta conosciuta, possiamo poi condizionarne l’espressione. Infatti noi costituiamo il risultato dell’interazione tra genoma (costituzione di base) ed ambiente (stile di vita, alimentazione, attività fisica, prodotti assunti, etc). Pertanto, possiamo essere i protagonisti del nostro presente e futuro, in quanto, conoscendo i limiti e le potenzialità del nostro essere, possiamo intervenire attivamente sul nostro stile di vita, sulle nostre scelte nutrizionali ed avvalerci di integratori da assumere studiati e definiti “ad personam“. E’ il mondo della nutrigenetica e della nutrigenomica. E’ il mondo della medicina personalizzata.

Cosa può modificare il mio patrimonio genetico?

IL DNA NON si può modificare. Era, è e sarà sempre lo stesso. Per questo il DNA test si fa una sola volta nella vita. Quello che noi possiamo modificare è il risultato della interazione tra DNA e stile di vita. Una volta che sono a conoscenza di quello che mi avvantaggia o mi svantaggia a livello costituzionale, posso poi apportare modifiche migliorative al mo stile di vita per implementare il benessere e ridurre i rischi.

Gli stili di vita e l’alimentazione incidono nel prevenire alcune patologie?

Sono fondamentali. Oggi il 65% dei tumori e delle malattie cardiovascolari potrebbero essere prevenuti con azioni su stile di vita e stile alimentare. L’importante è però farlo in modo personalizzato, così come consente un DNA test che evidenzia le pecche e le peculiarità del singolo.

Una prevenzione più mirata, ad esempio questo test, può migliorare la mia attesa e la mia qualità di vita?

Assolutamente sì. La qualità della tua salute non è in funzione di ciò che ti accade passivamente, ma è espressione diretta del tuo stile di vita, di ciò che hai deciso di fare con ciò che ti accade. In pratica con il tuo stile di approccio alla vita. La tua salute futura la puoi condizionare se sarai capace di comprendere che non è solo la mente che condiziona il corpo, ma anche viceversa. Il tuo corpo, la tua salute condizionano la tua mente, il tuo benessere psico-fisico.

Se rieseguo l’esame tra due anni ottengo il medesimo risultato? Se no perché?

Ovviamente sì. Il DNA non si modifica. Non si fa una ingegneria genetica. Si regola semplicemente l’espressione dei geni. Quali geni accendere e quali silenziare. Attraverso l’alimentazione e lo stile di vita si attivano molecole che accedono fisicamente al dna e, legandosi ad esso, condizionano l’attività dei geni. Dicono al DNA quali far funzionare e quali tenere silenziati, inattivi.

Può l’anamnesi familiare dare indicazioni opposte all’esito del test? Perché? Come mi devo comportare in tal caso?

Papà diabetico con due figli. Uno può avere ereditato la predisposizione alla malattia e l’altro no. Non c’è un automatismo. L’anamnesi è utile e può essere un fattore aggravante l’esito di un DNA test, ma non esiste un automatico collegamento, altrimenti sarebbe inutile effettuare il test.

Questo test ha un qualche valore legale a fini assicurativi?

Se viene giustificato come indagine per la salute e quindi per porre diagnosi è rimborsabile sia dalla dichiarazione dei redditi che dalle assicurazioni, laddove esistesse una copertura per gli esami diagnostici.

I protocolli degli approfondimenti sono identici a percentuali di positività diverse?

I trattamenti dipendono dall’esito del DNA test.  A volte possono esserci percorsi simili e a volte divergenti. Non c’è una regola o uno schema fisso. Non esiste un protocollo, ma una medicina ad personam.

Se sono un bambino faccio gli stessi approfondimenti di un adulto?

Il DNA non cambia che abbia un mese di vita o 110 anni

Se sono un adulto o un bambino ogni quanto devo rifare l’esame?

Tutti lo devono fare una sola volta nella vita

Gli snip e le percentuali possono variare nel tempo?

No. Il DNA non si può modificare. Possiamo solo attivare in modo differente. Condizionandolo.

Quali sono i fattori che incidono sulla variazione dell’esito dell’esame?

Nessuno

La menopausa, l’andropausa possono variare l’esito del test?

No

La gravidanza può variare l’esito del test?

No

Dopo aver effettuato il test, aver contratto una grave malattia, può variare l’esito del test?

No. Ma il test mi può essere più utile, in quanto può fornire informazioni per una migliore prevenzione secondaria e cioè contro le recidive della malattia d’origine, magari effettuando approfondimenti ulteriori cioè altri indagini genetiche.

Un forte stress può variare l’esito del test?

No. Anzi c’è il DNA test che dice come si risponde allo stress e quindi come si può cercare di prevenirne le conseguenze e migliorare le prestazioni.

Due gemelli omozigoti alla nascita potrebbero avere referti di esami identici?

Si’, ma non necessariamente. Non si tratta delle malattie mutagene, ma delle variazioni che possono aversi nella sequenza delle basi del dna e questo può essere diverso anche nei gemelli omozigoti. O meglio: la sequenza genetica è la stessa, ma funziona in modo diverso. A fare la differenza sono infatti i meccanismi che regolano l’attività del dna: i cosiddetti fattori epigenetici.